Analisi dei prezzi Consip Energia Elettrica 19

Attivati tutti i lotti Consip EE19. La nostra analisi dei prezzi, con un approfondimento sulle diverse opzioni tariffarie.

La scorsa settimana sono stati attivati tutti i lotti della nuova Convenzione Consip EE19, e sono note le condizioni economiche che saranno applicate ai contratti di fornitura di energia elettrica che le PA stipuleranno nei prossimi 12 mesi.

Scriviamo questo articolo nella settimana più difficile della storia dei mercati energetici, analizzando offerte che sono state presentate a giugno 2021, praticamente una vita fa. Un tempo ormai lontano, in cui si pensava che il PUN non potesse superare la soglia dei 100 €/MWh. Un’epoca durante la quale la materia prima rappresentava una componente minoritaria della bolletta elettrica e si valutava la qualità di una fornitura analizzando il centesimo di spread.

C’è da chiedersi se gli operatori avrebbero avuto lo stesso approccio alla gara se avessero immaginato l’uragano che si sarebbe abbattuto sui mercati energetici nei mesi successivi.

Spread ancora in calo

Complessivamente la Convenzione EE19 risulta leggermente più conveniente rispetto alla precedente. Continua la tendenza alla contrazione degli spread, con un calo più marcato per la tariffa variabile.

Il dato medio degli spread sul prezzo variabile è di 1,88 €/MWh, in calo di 0,57 €/MWh rispetto alla precedente Convenzione. Spread più alto per il prezzo fisso, pari a 2,74 €/MWh.

Con la Convenzione EE19 le PA potranno risparmiare rispetto alla EE18?

Con la situazione drammatica che stiamo vivendo sui mercati energetici, il livello degli spread praticati dal fornitore di energia è l’ultimo dei problemi. Il prezzo dell’energia ha decuplicato il suo valore in pochi mesi. Pagare 1 euro in più o in meno è assolutamente trascurabile. Un effetto collaterale determinato dall’incremento dei prezzi è costituito dalla sostanziale irrilevanza del livello degli spread. Con la volatilità che registriamo sui mercati, la differenza tra le tariffe è determinata dal tipo di prezzo, fisso o variabile, e dalla decorrenza della fornitura.

I prezzi dei diversi lotti territoriali

Come era prevedibile, la riduzione più contenuta la osserviamo nei lotti aggiudicati ad Enel Energia ed AGSM, dove non c’è stato un cambio di fornitore rispetto all’edizione precedente.

Nei lotti centro settentrionali, lo spread medio sulla tariffa variabile è inferiore a 2 €/MWh. A sorpresa, il livello più basso si registra nel lotto 12 Abruzzo e Molise, l’unico Lotto aggiudicato da A2A.

Nei lotti meridionali si osservano le maggiori riduzioni di spread. I cali più marcati li osserviamo nei prezzi variabili del Lotto 13 Campania (-2,35 €/MWh), del Lotto 10 Provincia di Roma (-1,91 €/MWh) e del Lotto 15 Sicilia (-1,30 €/MWh). Si tratta di Lotti aggiudicati ad Hera Comm, protagonista indiscusso dell’edizione 19, che ha deciso di puntare ai lotti meridionali che presentavano maggiore marginalità. Per un approfondimento sugli esiti della gara rinviamo all’articolo dello scorso novembre (Esiti Consip EE19: Hera Comm si prende il sud).

Anche sul fronte degli sconti, osserviamo una tendenza alla contrazione. Come noto, le PA che si impegnano a pagare in anticipo, o con addebito sul conto, hanno la possibilità di chiedere il cd “Sconto PA Virtuosa”. Di solito, il livello medio dello sconto è piuttosto contenuto, e nell’edizione EE19 si è ulteriormente ridotto. Le riduzioni di sconto più marcate riguardano proprio i lotti meridionali aggiudicati ad Hera Comm, che ha compensato con un minor sconto la riduzione degli spread.

 

 

 

Analisi degli spread. La diversa strategia di gara sul prezzo fisso

Fino a questo punto abbiamo parlato di spread medi. I prezzi che effettivamente troveremo in bolletta dipendono dal valore degli spread offerti per ciascuna fascia, disponibili nella tabella di dettaglio che, per motivi di spazio, pubblichiamo alla fine dell’articolo.

L’analisi di dettaglio dei singoli prezzi mostra il diverso approccio dei fornitori alla gara Consip.

L’approfondimento è circoscritto al prezzo fisso, considerato che per il variabile i fornitori non hanno la possibilità praticare spread differenti per fascia di prelievo.

Nella Convenzione EE19 abbiamo tre tipi di prezzi per fasce:

Prezzi normali. Nei lotti A2A ed Hera Comm i prezzi li possiamo definire normali, con un costo dell’energia in F1 maggiore che in F3.

Monoraria. Come è accaduto anche nelle passate edizioni, AGSM ha offerto lo stesso spread in tutte le fasce della tariffa fissa. Le PA che acquistano la tariffa fissa nei lotti AGSM si trovano così con una tariffa monoraria.

Prezzi strani. Come possiamo definire prezzi dove si paga più di notte che di giorno? E’ quello che accade nei lotti Enel Energia e Global Power. Gli operatori hanno vinto i propri lotti territoriali ricorrendo alla strategia dello sbilanciamento tra F1 e F3, già analizzata in diverse occasioni (si veda Consip EE16 al via! Spread in calo ma non per tutti).

Il caso più estremo si registra nel lotto 11 Lazio escluso Roma di Global Power. In caso di tariffa fissa si paga 6,5 €/MWh in più di notte rispetto al giorno!

Aggiornato Click & Check

Come consultare i prezzi praticati dalle Convenzioni Consip in maniera semplice ed immediata? Utilizzando il nostro “Click & Check”, lo strumento gratuito di controllo delle tariffe della PA, già aggiornato con i prezzi di tutti i Lotti della Consip EE18.

Con Click & Check sono sufficienti tre click per trovare il costo della materia prima indicato in bolletta. Ad esempio, Selezionando la Tariffa “Consip EE19 – prezzo fisso 12M”, decorrenza “giugno 2022”, Regione “Basilicata”, scopriamo che il prezzo che AGSM indicherà in bolletta per l’intera durata della fornitura sarà di 201,20 €/MWh.

Click & Check è uno strumento totalmente gratuito, a disposizione di tutti i dipendenti pubblici iscritti al nostro sito. Iscriviti Subito

Gli appuntamenti di marzo

Il mese di marzo sarà interamente dedicato alle Convenzioni Consip per l’acquisto di energia elettrica e gas.

Dopo l’analisi dei prezzi sull’elettrico, passeremo ad analizzare quelli del Gas. Qualche giorno dopo l’attivazione degli ultimi lotti, prevista il 10 marzo.

Anche il webinar di marzo sarà dedicato alle Convenzioni Consip. Il 15 marzo riproporremo il nostro webinar più richiesto dal titolo “Consigli operativi per l’adesione alla Convenzione Consip EE19”. Un’occasione imperdibile per gestire al meglio i rinnovi contrattuali ed evitare spiacevoli rifiuti dell’ODA.

ISCRIVITI AL WEBINAR RISERVATO AI DIPENDENTI PUBBLICI