Consip EE15. Energetic rinuncia alla Convenzione

LOGO ENERGETIC AGSMEnergetic ha ceduto ad AGSM la gestione della Convenzione EE15. Cosa cambia per le PA di Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata e Provincia di Roma.

Le PA aderenti alla Convenzione Consip EE15 in fornitura con Energetic stanno ricevendo le prime bollette AGSM. Sono tante le PA che hanno saputo del cambio di fornitore operato in favore di AGSM solo quando sono arrivate le prime fatture.

Dal 1° marzo, e fino alla scadenza del contratto Consip EE15, sarà AGSM a fatturare, e incassare, i consumi di energia elettrica delle PA di Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata e Provincia di Roma. Cosa è successo? Perché? Le fatture vanno accettate? Si può usare il vecchio CIG? Sono necessarie formalità amministrative?

Proviamo a fare chiarezza

AGSM soccorre Energetic e … “prova a fare Enel”

esiti ENERGETIC AGSM Nel DNA di Energetic c’è più gas che energia elettrica. Energetic nasce come operatore specializzato nella vendita di Gas, con una particolare attenzione al segmento PA. Quando nel 2017 Energetic ha deciso di crescere sul segmento PA Energia Elettrica, lo ha fatto con convinzione, piazzando un’offerta su 5 lotti della Convenzione EE15 e portandone a casa 4, un bottino pari al 20% dei volumi di energia aggiudicati da Consip (sul tema Aggiudicazione per Consip EE15: Iren la conferma, Energetic la novità).

Su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia, la partecipazione di Energetic alla Consip EE15 evitò che i lotti fossero vinti da Enel senza competizione, come accaduto al lotto Campania. Energetic è stato l’unico operatore “coraggioso” che ha guardato con interesse alle amministrazioni meridionali. Si è trattato di coraggio o imprudenza? A giudicare dalla decisione di cedere la gestione dei mesi residui di fornitura Consip EE15 a AGSM, sembrerebbe che Energetic sia rimasta “fulminata” dall’esperienza elettrica!

A soccorrere Energetic ci ha pensato AGSM, che, con l’operazione di acquisto, in un colpo solo entra in tante amministrazioni a fine contratto. Per AGSM sarà utile farsi un’esperienza nei territori con un rischio credito più elevato, ma anche con maggiore marginalità. Sembrerebbe che AGSM si stia preparando ad una partecipazione alla prossima gara Consip, “in stile Enel Energia”. Ci aspettiamo una partecipazione su tutto il territorio nazionale all’imminente gara Consip EE17. Avere uno storico di amministrazioni servite, significa avere la possibilità di sospendere l’efficacia dell’ordinativo a quelle con le quali sono rimaste pendenze dal vecchio contratto; cosa che sicuramente aiuta a gestire meglio il rischio credito.

Consigli operativi per le PA

L’improvviso cambio di fornitore ha determinato un po' di disorientamento tra le PA. Non sono poche le PA che hanno appreso dell’operazione solo quando sono arrivate le prime fatture AGSM. Non escludiamo che ci possano essere Amministrazioni che hanno rifiutato le fattura AGSM, ignorando le PEC di notifica trasmesse da AGSM…facendo finta di non sapere!

Di seguito proviamo a rispondere ad alcune domande. Iniziamo dalla domanda più ovvia: 

Quali conseguenze sulle forniture?

Quasi nulla. Dal 1° marzo cambia il fornitore che emette ed incassa le fatture. Le condizioni economiche e tutto il resto rimane assolutamente invariato. 

Le fatture vanno accettate?

Naturalmente SI. La cessione è stata perfezionata con il benestare di Consip, che ha fatto tutte le verifiche del caso.

E’ possibile usare il CIG derivato utilizzato per Energetic?

Assolutamente SI. Il Cig è riferito alla procedura di affidamento, non al fornitore. L’operazione può essere gestita come se ci fosse stato un subappalto.

Riceverò altre fatture da Energetic?

Certamente, se ho anche la fornitura di Gas. L’operazione di cessione riguarda solo i contratti attuativi della Convenzione Consip per l’Energia Elettrica.
Sono probabili e fisiologici i conguagli. Energetic fatturerà tutti gli oneri dovuti per i consumi di energia elettrica fino al 28 febbraio 2019. Eventuali conguagli riferiti al periodo antecedente tale data, saranno regolarmente fatturati da Energetic. AGSM fatturerà tutto ciò che matura a partire dal 1° marzo. In pratica accadrà ciò che accade ogni qualvolta abbiamo un qualsiasi cambio di fornitore.

Quali atti amministrativi sono necessari?

Suggeriamo di redigere una “Determina di Presa d’Atto”, richiamando la PEC ricevuta da AGSM, l'accordo firmato tra Energetic e AGSM, nonchè il nulla osta di Consip. 

News Consip

Gestire con attenzione le forniture energetiche

Il consiglio operativo più importante resta quello di gestire con attenzione le forniture energetiche, prestando particolare attenzione al rispetto dei tempi di pagamento ed alla cura dei rapporti con il fornitore di energia.

Le Convenzioni Consip per l’energia, oltre ad essere obbligatorie per legge, sono uno straordinario strumento per contenere la spesa energetica. Avere buoni rapporti con i fornitori è essenziale per non avere problemi quando si andrà a “bussare alla porta del rinnovo”.

Come si va ad avere buoni rapporti? Semplice, rapporti sono buoni se gli impegni contrattuali vengono rispettati. Naturalmente, questo vale da entrambe le parti. Il cliente deve pagare puntualmente, cosa che richiede una adeguata organizzazione dei processi amministrativi. Il fornitore deve rispettare le regole della Convenzione e forse … dare più ascolto al cliente. Qual è il problema? Cliente e fornitore parlano linguaggi differenti usando canali sbagliati.

Un modo per migliorare il dialogo? Su questo non c’è dubbio: chiamare ControllaBolletta.it!

Giuliano Sarricchio - BenchSmart srl

sarricchio linkedinSeguimi su Linkedin 

Tags: Consigli Operativi, Consip EE15

Stampa Email