Analisi sui prezzi Consip GAS Naturale 10

prezziConsipGAS10 VAR Tariffa variabile con spread medi in leggero aumento. Opportunità di risparmio con la tariffa fissa Soenergy ... che va a ruba!

Dopo una lunga gestazione, il 7 marzo è finalmente arrivata l'attivazione della nuova Convenzione GAS10, con 4 mesi di ritardo rispetto alla tempistica delle passate edizioni. Considerando l'imminente arrivo dell'estate, le PA potranno riscaldarsi con il gas della Convenzione GAS10 a partire dall'autunno 2018, nell'anno termico 2018/2019.

In questo articolo analizziamo la composizione dei corrispettivi Gas di ciascuno dei 7 lotti nazionali. Successivamente, per esprimere un giudizio di Convenienza, ricorreremo come al solito a confronti e comparazioni rispetto alla precedente Consip GAS9 e tra le due opzioni tariffarie (fisso o variabile)

I prezzi di Consip GAS10

Come per l'energia elettrica, anche per il gas naturale analizzare le condizioni economiche significa esaminare gli spread offerti dai fornitori aggiudicatari. In linea teorica, lo spread esprime il margine del fornitore e, per ottenere il costo della componente energia che ritroviamo in bolletta, è necessario sommare questo con il valore della materia prima all'ingrosso. Per un approfondimento sulle modalità di determinazione del corrispettivo, rinviamo all'articolo dello scorso anno (Analisi dei prezzi Consip GAS Naturale 9).

I due elementi del costo dell'energia della Consip GAS10 sono rappresentati nei grafici seguenti, che mostrano in blu la base a copertura del costo di approvvigionamento e in arancio il margine spread. Per la tariffa variabile, i valori sono determinati in base al parametro Pfor nel trimestre aprile/giugno 2018. Per la tariffa fissa, sono riportati i prezzi in caso di decorrenza giugno 2018. Precisiamo che i valori sono riferiti alla categoria di uso Termiche per utenze, con consumi annui inferiori a 200.000 smc. Per una verifica puntuale dei prezzi rinviamo alla sezione Click & Check/Tariffe Gas Naturale PA.

prezziConsipGAS10 VAR

prezziConsipGAS10 fisso

E' sufficiente un'occhiata al secondo grafico, per rendersi conto che Soenergy sui lotti 2 e 3 ha proposto spread decisamente bassi per la tariffa fissa. Probabilmente, è stata questa la mossa decisiva che ha permesso a Soenergy di aggiudicarsi i lotti più ambiti della Convenzione Gas10. Le amministrazioni hanno già fiutato l'affare e, purtroppo, nel lotto 2 (Lombardia e Trentino Alto Adige) il quantitativo di energia a prezzo fisso è già andato esaurito in appena 13 giorni!

Le amministrazioni del lotto 3, Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia fanno ancora in tempo a cogliere l'opportunità della tariffa fissa con uno spread di appena 2 €cent/smc. Naturalmente, per farlo dovrebbero provvedere rapidamente alla trasmissione dell'ordinativo.

Vale la pena ricordare che il valore dello spread è una minima parte del costo della componente energia della Bolletta targata Consip GAS10. La parte principale è rappresentata, per la tariffa variabile dal valore del paramentro Pfor (linea blu), per la tariffa fissa dal Parametro determinato in base al "Parametro Prezzo Fisso" (linea verde), che esprime il valore del Gas atteso dal mercato, per 12 mesi, a partire dal mese di decorrenza della fornitura.

grafico PUN

Il grafico mostra che, dopo la discesa dei prezzi fino alla primavera del 2016, il mercato si trova in una fase sostanzialmente laterale, che ha visto oscillare i prezzi nell'intervallo tra 17 e 20,5 €cent/smc. La relativa tranquillità dei prezzi negli ultimi due anni non deve farci sottovalutare le possibili conseguenze sul costo del gas in caso di un nuovo aumento della volatilità.

Analisi comparata degli Spread

Per valutare la convenienza di una tariffa, risulta sempre utile effettuare confronti, ovvero fare analisi comparate o, per dirla con la parola anglosassone che a noi piace tanto... fare Benchmarking.

Di seguito, nella tabella a sinistra, abbiamo comparato i prezzi della tariffa variabile di quest'anno con quella dello scorso anno, effettuando una comparazione tra gli spread offerti. In quella di destra abbiamo invece confrontato le differenze di spread tra la tariffa fissa e la tariffa variabile. In questo caso occorre tener conto che si confrontano tariffe con una diversa struttura, e lo spread non è sufficiente per esprimere un giudizio sulla maggiore o minore convenienza.

tab gas10

Per la tariffa variabile, tabella di sinistra, l'esame degli spread offerti mostra valori medi in leggero aumento rispetto alla Convenzione GAS9 del 2017, con un valore medio passato a 5,27 €cent/smc, rispetto al precedente 4,86 €cent/smc.
La tabella di destra confronta gli spread sulla tariffa fissa rispetto a quelli praticati sulla tariffa variabile. Risulta evidente la strategia di gara di Soenergy, aggiudicataria dei lotti più pregiati grazie a spread quasi zero sul prezzo fisso e discreta marginalità sul prezzo variabile.

Per le utenze con consumi superiori ai 200.000 smc/anno, tipicamente le strutture sanitarie, si osserva una leggera riduzione, con una media generale passata da 4,49 €cent/smc a 4,22 €/cent/smc.

tab gas10 fissa

Esaminando i prezzi nei singoli lotti, Soenergy ancora una volta si distingue. Nel Lotto 2 Soenergy propone uno spread di 6,20 €cent/smc in aumento di 2,14 €cent/smc. Come ha fatto Soenergy ad aggiudicarsi il Lotto 2 con un aumento così importante dello spread? La risposta l'abbiamo già data: grazie al sostanziale azzeramento dello spread sul prezzo fisso. La conseguenza negativa della strategia di gara di Soenergy la pagano le Aziende Sanitarie, che non sono riuscite ad accaparrarsi la tariffa fissa nei tredici giorni (tra 7 marzo e 20 marzo) in cui Consip GAS10 è stata sottoscrivibile.

I risparmi per le PA virtuose

Le amministrazioni puntuali nei pagamenti possono ottenere risparmi significativi impegnandosi a pagare in anticipo o con addebito sul conto. Lo sconto è particolarmente generoso per le amministrazioni del Lotto 7 di Calabria e Sicilia, dove la riduzione di corrispettivo dell'aggiudicatario Energetic è pari a 2,11 €cent/smc.

sconto pa virtuose GAS10

Le opportunità di risparmio ci sono, ma vanno sapute cogliere. Per permettersi l'addebito in conto è necessario automatizzare i processi di gestione delle bollette e nello stesso tempo potenziare i controlli sulla correttezza della fatturazione (Bill Audit). Come fare? Per noi la risposta è semplice e si chiama BenchMonitor!

Come aderire a Consip Gas10? Segui il webinar gratuito del 21 aprile

In seguito alla partenza ritardata della Consip GAS10, la decorrenza delle prime date utili cadrà d'estate. Anche per le amministrazioni fuori Convenzione, l'adesione alla Consip GAS10 può essere programmato in tutta tranquillità, con l'obiettivo di essere coperti con l'inizio dell'anno termico 2018/19, ovvero per il 1° ottobre 2018. Per tale decorrenza, l'invio dell'ordine va fatto entro il 15 agosto per la tariffa variabile. Per evitare di dover pensare all'ordinativo sotto l'ombrellone, meglio programmare in tempo la trasmissione dell'ordinativo. Hai qualche dubbio? Iscriviti al Webinar gratuito del 21 aprile. Forniremo indicazioni operative per l'adesione alle Convenzioni Consip sull'energia e risponderemo a tutte le tue domande.

A cura di Giuliano Sarricchio
BenchSmart srl

Questo sito utilizza cookies per rendere migliore l'esperienza di navigazione. Se prosegui la navigazione senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in tale caso alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi il documento Utilizzo dei Cookies. Per maggiori informazioni clicca qui

Se pensi sia necessario fare un salto di qualità nella gestione dei processi amministrativi legati al pagamento delle bollette, è arrivato il momento di provare BenchMonitor.

RichiediDemoBenchmonitor immagine